Tab social
Spazio Soci
Facebook
Twitter
Youtube
 
Titolo

News

 
30/05/2013 News
CrediFriuli risponde alla crisi con un ottimo bilancio 2012
Migliora l’utile d’esercizio e crescono i prodotti assicurativi, gli impieghi e la solidità della banca.

L’assemblea dei soci di CrediFriuli, svoltasi al Centro Congressi della Fiera di Udine, domenica 26 maggio, ha approvato all’unanimità il bilancio 2012 che ha chiuso con numeri molto positivi. L’utile di esercizio, infatti, ha raggiunto i 4,5 milioni di euro, con una variazione positiva del 53,90 per cento sull’anno precedente. La raccolta diretta sfiora i 673 milioni di euro (+4,24 per cento) e quella indiretta è cresciuta del 5,5 per cento, arrivando a 214 milioni di euro. Un forte impulso ha ottenuto anche il settore della BancAssicurazione che ha visto crescere del 45 per cento il numero di polizze emesse e un buon risultato è stato conseguito pure in termini di apertura di nuovi conti correnti.
«Nel corso del 2012 – ha sottolineato il presidente di CrediFriuli, Luciano Sartoretti –, la nostra banca ha consolidato la propria presenza nei territori storici e ha perseguito una politica di offerta di prodotti e servizi sempre all’avanguardia, per riuscire a soddisfare al meglio le esigenze attuali e le richieste dei soci, delle famiglie, delle imprese e delle comunità locali».
Rispetto all’anno precedente è stata registrata una crescita degli impieghi pari al 3,60 per cento che ha fatto salire a 562 milioni di euro l’importo totale degli stessi.
«Questo tasso di crescita – ha aggiunto Sartoretti – testimonia la forte propensione di CrediFriuli a continuare a erogare credito anche nelle fasi congiunturali avverse svolgendo, in questo modo, la sua autentica funzione di banca attenta al territorio. Inoltre, per venire incontro alle esigenze della clientela, abbiamo favorito, ove compatibile con una gestione prudenziale, operazioni di sospensione dei pagamenti dei finanziamenti in essere, sia in favore delle famiglie che delle imprese».
Inevitabilmente, i crediti in sofferenza sono cresciuti ma restano, comunque, a un livello tra i migliori del sistema bancario italiano, attestandosi all’1,16 per cento netto. Anche le politiche di svalutazione dei crediti sono state particolarmente prudenti; il tasso di copertura dei crediti anomali, dato dal rapporto tra il totale delle rettifiche di valore e il credito deteriorato totale, si attesta al 40,37 per cento.
Una gestione premiata dalla classifica del noto periodico “Banca & Finanza” che, nel corso del 2012, ha segnalato CrediFriuli come la sesta banca nazionale più solida nel proprio segmento.
Anche la compagine sociale ha vissuto un incremento considerevole (oltre il 20 per cento), attestandosi a 5.430 unità e molte sono state le iniziative a essa riservate.
«Per il secondo esercizio consecutivo, anche quest’anno abbiamo riproposto all’assemblea, che l’ha deliberata, la rivalutazione del valore nominale delle azioni dei soci – ha affermato Gilberto Noacco, direttore generale di CrediFriuli – che, tramite destinazione di parte dell’utile conseguito nell’esercizio 2012, permetterà un incremento delle quote sociali del 3 per cento, così da preservarle dal peso dell’inflazione. Nel corso dell’assemblea, inoltre, – ha detto ancora Noacco – abbiamo avuto il piacere di premiare 37 ragazzi, soci o figli di soci, che si sono distinti per i meritevoli risultati ottenuti nel conseguimento del diploma di maturità o della laurea. Un momento per noi molto importante che vuole testimoniare, ancora una volta, quanto i soci siano sempre al centro delle nostre attenzioni».
A questo si aggiunge la sempre viva e concreta attenzione rivolta al territorio: il bilancio sociale evidenzia quasi 420 mila euro di elargizioni alle comunità locali, utili a finanziare 470 enti beneficiari per attività culturali, artistiche, sportive e sociali.
L’assemblea ha anche provveduto al rinnovo del Consiglio di amministrazione, del Collegio sindacale e del Collegio dei probiviri. Confermati i consiglieri uscenti: Luciano Sartoretti, Maurizio Boaro, Nelly Drusin, Edgardo Fattor, Martino Kraner, Pierluigi Orlandi, Gian Franco Panizzo e Romano Sebastianutto. Escono dal Consiglio, invece: Ilvo Burba, Adelio Fonzar e Giorgio Tosolini. Anche il vice presidente uscente, Dario Della Maestra, ha deciso di non ricandidarsi ed è stato salutato calorosamente, come anche gli altri consiglieri uscenti, dalla compagine assembleare. Entrano in Consiglio: Aldo Bertoni, di Reana del Rojale; Marina Pittini di Gemona del Friuli, Lorenzo Contin di Terzo d’Aquileia e Francesco Falconieri di Cervignano del Friuli. La prima riunione del nuovo Consiglio, tenutasi martedì 28 maggio, ha provveduto a eleggere il presidente Luciano Sartoretti e il vicepresidente Romano Sebastianutto.  

CrediFriuli Assemblea 2013
Confermato al completo il Collegio dei Probiviri (con Giorgio Spazzapan alla presidenza, coadiuvato da Paolo Omiccioli e Francesco Marcolini). Il presidente del Collegio sindacale, Franco Tracogna, è stato pure riconfermato, assieme ai sindaci effettivi Cesare Salvador e Franco Zentilin (supplenti: Enrico Dalla Torre ed Elena Ribis).
Al 31 dicembre del 2012, CrediFriuli operava con 167 dipendenti e 35 filiali (la Bcc con la presenza più diffusa in Friuli Venezia Giulia). L’apertura più recente risale a pochi giorni fa: si tratta della filiale di Fiumicello, che consolida la presenza di CrediFriuli nella Bassa Friulana. Il numero di tesorerie degli Enti pubblici gestite, con le ultime 3 acquisizioni, è salito a 24.

CSS Extra