Tab social
Spazio Soci
Facebook
Twitter
Youtube
 
Credifriuli
Titolo

News

 
06/10/2021
Come hanno donato gli italiani nel 2020?
La generosità degli italiani fotografata dall’Istituto Italiano della Donazione.  

Il mondo del non profit resiste ma ha bisogno di una mano. Potrebbe essere questa la sintesi del Rapporto annuale “Noi doniamo” curato dall’Istituto Italiano della Donazione (IDD) e diffuso in occasione del Giorno del Dono svoltosi il 4 ottobre. 

Il rapporto, che mette insieme diversi contributi e rilevazioni, indaga lo stato dell'arte delle tre principali tipologie di dono: la donazione di capacità e tempo (volontariato), la donazione economica (denaro) e quella biologica (sangue, organi ecc.). Per ciascuno di tali ambiti, vengono misurate le pratiche donative e la propensione al dono degli italiani con dati generali accompagnati da approfondimenti svolti da diversi punti di vista.

Secondo l’analisi, la generosità degli italiani nel 2020 ha visto un complessivo incremento dovuto all'emergenza sanitaria e alle tante iniziative promosse ma ha evidenziato anche un “dirottamento” delle risorse originariamente destinate a organizzazioni non profit (onp), spesso piccole e piccolissime, verso altri destinatari come la Protezione civile, gli ospedali ecc. e le organizzazioni più attive sul fronte del contrasto al coronavirus.

Di seguito alcuni dati:

  • l'81,8% delle onp sentite (circa 350 onp di tutta Italia) ha ricevuto meno fondi; 
     
  • solo una quota minoritaria del non profit (14,8%) non ha subito variazioni dall'emergenza. La raccolta fondi diminuisce per il 54,5% delle onp, è invariata per il 20,5% e in aumento per il 25%;
     
  • in netto calo la raccolta da aziende (diminuita per il 36,4% e invariata per il 58%) e quella da privati cittadini (diminuita per il 45,5% e invariata per il 37,5%), mentre dalle Fondazioni erogative è aumentata per il 26,1% delle onp e diminuita solo per il 14,8%;
     
  • anche il 2021 conferma il trend negativo: è del 43% la quota di organizzazioni che stima di chiudere il 2021 con una diminuzione delle entrate moderata o consistente. In mezzo ad un quadro di crisi per le entrate da raccolta fondi delle onp emerge qualche elemento positivo: per un 28,4% di loro sono aumentate nel 2020 le donazioni online.

La pandemia ha messo in difficoltà anche la donazione di tempo e capacità.

I lockdown più o meno restrittivi hanno impattato fortemente sulla possibilità stessa di fare volontariato degli italiani. Secondo l'indagine AVQ Istat la quota di coloro che hanno svolto attività gratuite in associazioni è calata dal 9,8% al 9,2%. 

Tutti i dati di dettaglio del Report sono disponibili sul sito dell’Istituto Italiano Donazione.   

CSS Extra